venerdì 18 maggio 2012

Nino Lavermicocca, "Puglia bizantina. Storia e cultura di una regione mediterranea (876-1071)", Capone Editore 2012

Mottola, cripta di San Nicola, Cristo Pantokrator
Nino Lavermicocca, Puglia bizantina. Storia e cultura di una regione mediterranea (876-1071), pagine 168, € 17,00 - ISBN: 978-88-8349-163-4


Il libro: La più orientale fra le regioni d’Italia, bizantina per vocazione storico-culturale, la Puglia riscopre le sue antiche radici e la tradizionale appartenenza identitaria ed etnica nel cuore del Mediterraneo, sulle sponde del Bosforo, nella mitica capitale dell’altra parte del mondo, Costantinopoli, da cui le vennero date lingua, culti, costumi, merci, letteratura, arte, tradizioni e feste. E come lucente specchio, essa riflette tuttora quel mondo antico, paesi, cattedrali, chiese rupestri, affreschi, avori, smalti, oreficerie, codici miniati, pergamene, reliquie di santi e stauroteche, custodite gelosamente, come faville di un fuoco sacro – il fuoco greco – alimentato perennemente dalla comune consapevolezza di conservare l’afflato di una civiltà e cultura insuperate, che incorona, con l’oro di Bisanzio, la regione dall’uno all’altro promontorio, dal Gargano adriatico a Leuca ionica ed egea.



L'Autore: Nino Lavermicocca è nato a Bari il 16.10.1942. Laureatosi in Lettere classiche presso l’Università di Bari, ha frequentato la Scuola Speciale per Archeologi Medievali dell’Università di Pisa e l’Ecole Pratique des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi. Ha anche trascorso 1 anno presso il Dumbarton Oaks Center for Byzantine Studies di Washington. Dal 1967 al 1980 ha svolto attività di ricerca e di didattica tenendo seminari, lezioni ed esercitazioni presso l’Istituto di Storia dell’Arte e l‘Istituto di Letteratura Cristiana Antica dell’Università di Bari, collaborando a scavi ed esplorazioni e partecipando con comunicazioni e relazioni a numerosi convegni nazionali ed internazionali.
Dall’1.10.1980, con la qualifica di Direttore Archeologo  presso la Soprintendenza Archeologica della Puglia, è stato responsabile del settore medievale della Regione e condotto scavi programmatici ed esplorazioni di archeologia medievale. Promotore di Mostre allestite dalla Soprintendenza Archeologica e dal Museo Archeologico di Bari, di attività didattiche, Itinerari Turistico-Culturali e  numerosissime iniziative culturali,  ha al suo attivo numerose pubblicazioni.
Attualmente svolge attività di studio e ricerca come libero professionista.










Nessun commento:

Posta un commento