venerdì 18 novembre 2022

Sarà presto disponibile in libreria "Leggende italiane" di Antonio Errico



Nelle notti in cui Shahrazad racconta le sue storie, il re persiano Shahriyar diserta il mondo che gli appartiene per entrare nel mondo inventato dai racconti di una donna impaurita.

In quelle notti non è solo Shahrazad a salvarsi la vita, a rinviare ad un’altra alba la sua morte; sono due le salvezze concesse da un solo racconto, due salvezze ogni volta: quella di Shahrazad e quella di colui che l’ascolta narrare nel fondo della notte. 

Forse Shahrazad raccontava una leggenda, nel fondo della notte. 

 

Antonio ERRICO è nato in provincia di Lecce dove vive e lavora come dirigente scolastico di un liceo. Collabora a quotidiani e periodici, a riviste letterarie e scolastiche. 

Ha pubblicato volumi di narrativa e di saggistica: Tra il meraviglioso e il quotidiano (1985); Favolerie (1996); Il racconto infinito. Saggio su Luigi Malerba (1998); Fabbricanti di sapere. Metodi e miti dell’arte di insegnare (1999); Angeli regolari (2002); L’ultima caccia di Federico Re (2004); Salento con scritture (2005); Viaggio a Finibusterrae (2007) Stralune (2008); Le ragioni della passione. Approdi e avventure del sapere (2009); L’esiliato dei Pazzi (2012); Fiabe e leggende di Puglia (2013); La pittora dei demoni (2014); L’imperfetto lettore (2018); Peccata(2019); Salvo casi imprevisti (2021).  Numerosi suoi saggi e racconti sono presenti in volumi collettivi, tra cui Salento d’autore; I luoghi immateriali; I luoghi e la memoria; Luoghi di frontiera; Piazze del Salento.

Ha curato l’antologia Poeti a Finibusterrae e la riedizione di Secoli fra gli ulivi di Fernando Manno.


Illustrazione di Massimo Pasca


Antonio Errico, Leggende italiane, 128 pagine.

Info: info@caponeditore.it

 

lunedì 8 agosto 2022

"Terra d'Otranto 1859 - 1861" di Maria Teresa Ciccarese è disponibile in libreria

 "Terra d'Otranto 1859 - 1861"

di Maria Teresa Ciccarese

è disponibile in libreria



IL LIBRO

La letteratura sull’argomento è molto vasta anche se del periodo preso in esame, nella maggior parte dei casi, è stato messo in rilievo l’aspetto politico non già quello economico, culturale e sociale. Ciò è avvenuto, ad avviso dell’autrice, per la mancanza di documenti in grado di illuminare quella fase storica: mentre, infatti, si dispone fino al 1859 degli atti del Consiglio Generale – utili perché danno un quadro delle condizioni complessive dei quattro Distretti che formavano la Provincia di Terra d’Otranto – dal 1860 in poi si conserva pochissimo.

Terra d’Otranto 1859 - 1861 è frutto di una ricerca ampia e puntuale che l’autrice, giovanissima, condusse a metà degli anni Sessanta del secolo scorso, quando si cimentò con le mille “carte” che si conservavano negli archivi, quello di Lecce in particolare.


L'AUTRICE

MARIA TERESA CICCARESE (Cavallino 31.1.1944 - 28.1.2021), docente di lettere negli Istituti di istruzione secondaria di 2° grado, ha seguito sin dalla fondazione l’attività editoriale della famiglia. Ha pubblicato saggi sulla rivista “Rassegna Salentina” e si è interessata di viaggiatori italiani e stranieri giunti in Puglia tra XVIII e XIX secolo. Ha diretto la collana “Itinerari meridionali” della Capone Editore presso la quale è stato pubblicato Proverbi Salentini (2019).


lunedì 27 giugno 2022

"Il Grande Salento insolito e misterioso" di Alessandro Romano è disponibile in libreria

E' disponibile in libreria "Il Grande Salento insolito e misterioso" di Alessandro Romano.






Alessandro Romano, Il Grande Salento insolito e misterioso,112 pagine, interamente illustrato a colori, f.to 14x21 cm




venerdì 10 giugno 2022

"Leucàsia, the Legend" di Carlo Stasi è disponibile in libreria, in italiano con testo a fronte in inglese

 "Leucàsia, the Legend"

di Carlo Stasi è disponibile in libreria,

in italiano con testo a fronte in inglese




    La storia di Leucàsia, Arìstula e Melìsso, creata nel 1992 dalla fantasia di Carlo Stasi ed erroneamente ritenuta una leggenda “popolare”, ha fatto il giro del mondo ed ha avuto numerosi tentativi di imitazione. Dopo sei edizioni viene qui riproposta nella sua versione integrale con testo inglese a fronte per condurvi alla scoperta di una terra mitica ed affascinante: il Salento.

__________________________________

The story of Leucàsia, Arìstula and Melìsso, created by Carlo Stasi’s imagination in 1992 and mistakenly considered a “popular” legend, has been around the world and has had several attempts at imitation. After six editions it is re-proposed here in its full version with English translation parallel text to lead you to the discovery of a mythical and fascinating land: Salento.



______________________________

Carlo Stasi (1960) poeta, scrittore e saggista di Acquarica del Capo (Lecce) ha pubblicato Poesie (1981), La Speranza (ricerche poetiche) (1984), Leucàsia (racconti, disegni e poesie)  (1993, 1996, 2001), Danza dei 7 pensieri (2001), Leucàsia e le Due Sorelle. Storie e leggende del Salento (2008, 2012), Sono nato cantando… tra due mari (radici e canto nella poetica di Franco Simone cantautore salentino) (2016), Otranto nel mondo (dal “Castello” di Walpole al “Barone” di Voltaire) (2018), Dizionario Enciclopedico dei Salentini (2 voll.) (2018), Verso …il Futuro (Poesia Visiva: 1980-2020) (2021). 


Carlo Stasi (1960) poet, writer and essayist from Acquarica del Capo (Lecce) has published Poesie (1981), La Speranza (poetic researches) (1984), Leucàsia (short stories, drawings and poems) (1993, 1996, 2001), Dance of 7 thoughts (2001), Leucàsia and the Two Sisters. Stories and legends of Salento (2008, 2012), I was born singing... between two seas (roots and song in the poetics of Franco Simone singer-songwriter from Salento) (2016), Otranto in the world (from Walpole’s “Castle” to Voltaire’s “Baron”) (2018), Encyclopedic Dictionary of Salentini (2 vols.)(2018), Towards… the Future (Visual Poetry: 1980-2020) (2021).


martedì 3 maggio 2022

"Storie dal Salento. Tetino Thre Sordi e altri racconti" di Carlo Petrachi è disponibile in libreria

Storie dal Salento. Tetino Thre Sordi e altri racconti di Carlo Petrachi è disponibile in libreria










Un’umanità quasi dimenticata, con i suoi pregi ed i suoi limiti, è al centro di una serie di racconti a più voci che ha come sfondo l’incomparabile scenario del Salento antico, un mondo molto caro all’Autore per i tanti valori che è riuscito a conservare.

Talora la narrativa, che è opera di fantasia, può nascondere verità scomode, e a volte accade che si trovi più verità nelle Storie inventate che nella Storia documentata.

___

Carlo Petrachi è nato a Melendugno (Lecce) il 16 marzo 1948. Già maestro elementare, si è sempre dedicato alla ricerca di scritti riguardanti il proprio territorio, scoprendo autori spesso dimenticati o addirittura inediti.

È autore di articoli e saggi di storia e cultura meridionale apparsi in diverse pubblicazioni.

Rina Durante lo ha definito «un narratore che restituisce dignità al racconto.»

È autore di diversi volumi, fra questi La spada dai raggi di luna (Livi Editore, Fermo 1998), Salentitudine mare mistero magia (Ed. Il Raggio Verde, Lecce 2017) e Racconti dal Salento (Capone Editore, Lecce 2018).

___

Carlo Petrachi, Storie dal Salento. Tetino Thre Sordi e altri racconti, Capone Editore, Lecce 2022, f.to 15x21, 140 pagine, euro 14,00

martedì 19 aprile 2022

"Processo a Crocco, generale dei briganti" di Valentino Romano è disponibile in libreria

 

"Processo a Crocco, generale dei briganti"
di Valentino Romano











Potenza, Corte d’Assise, 1872: si celebra il processo a Crocco, generale dei briganti.  

Può essere il processo al brigantaggio tutto, ai suoi mandanti e alle cause che lo generarono; si può, insomma, cominciare a fare finalmente piena luce su un decennio di lotte e passioni, di torbide manovre e di inconfessati giochi anche internazionali che hanno insanguinato l’alba della Nuova Italia.

Sarà così? L’impressione che si ricava scorrendo l’intero fascicolo processuale e, soprattutto, la puntigliosa e obiettiva cronaca a stampa del Risorgimento Lucano è quella di un processo monco, mirante unicamente a chiudere il prima possibile un periodo controverso della nostra difficile unificazione, un periodo da cui liberarsene rimuovendolo dalla memoria collettiva della Nazione. È il primo di una lunga (e, ancora oggi non esaurita) sequela di “processi eccellenti” nei quali la parola d’ordine è “ nascondere la polvere sotto il tappeto”.

Carmine Crocco, Donatelli, pastore di Rionero (Rionero in Vulture, 1830 - Portoferraio,1905) legò il suo nome al “grande brigantaggio” che infiammò le terre meridionali nel decennio 1860-1870. Ardimentoso quanto pochi e dotato di acume e perizia militari non comuni, tenne a lungo in scacco le forze regolari dell’esercito italiano, combattendo in campo aperto, applicando raffinate tecniche di guerriglia: al suo seguito centinaia di contadini invasero paesi e villaggi, depredando, incendiando e consumando vendette; conquistato sul campo il titolo di “generale dei briganti”, rappresentò – allo stesso tempo – le speranze dei cafoni e i timori delle classi egemoni. Finì, malinconicamente, i suoi giorni in un bagno penale, entrando nella cronaca criminale per alcuni e nella leggenda eroica per altri.

Il resoconto a stampa del processo a cura del Risorgimento Lucano ce lo restituisce in tutta la sua controversa e contraddittoria umanità, cogliendone reazioni e sentimenti: un documento unico nel suo genere che riconsegna corpo e sangue vivi a un personaggio che, segnando un’epoca, sconfinò nel mito.



Valentino Romano, Processo a Crocco, generale dei briganti, Capone Editore, Lecce 2022, f.to 15x21 cm, pagine 144, euro 14,00, ISBN 978-88-8349-270-9


giovedì 27 gennaio 2022

"Gli Angioini. La lotta per il dominio in Italia e nel Mediterraneo" di Angelo Panarese



 IL LIBRO

Entro certi limiti, si può dire che con la Dominazione Angioina tutto accadde nel Regno di Napoli una volta per sempre: nel corso di due secoli (1266, sconfitta di Manfredi a Benevento e 1442 conquista di Alfonso d’Aragona di Napoli) sono iscritti gli splendori della vita di corte, con Napoli capitale del Regno, le grandiose opere urbanistiche con le numerose chiese, i saccheggi, le desolazioni e le tragedie dinastiche, la diffusione della peste e della carestia, la protervia della feudalità e la ripresa delle autonomie cittadine. Contemporaneamente a questi temi di politica interna, si sviluppa la lotta per il dominio in Italia e in Oriente con la creazione di un “impero mediterraneo durante l’epoca di Carlo d’Angiò e dopo di lui quella di Re Roberto il “Saggio”. Tutto si manifestò e sparì in pochissimo tempo, ponendo fine al mito degli Angioini.


L’AUTORE

ANGELO PANARESE, laureato in Lettere e Scienze Politiche, Dottore di ricerca e collaboratore dell’Istituto di filosofia politica dell’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari, è docente di Scuola media superiore. Sindaco della città di Alberobello dal 1994 al 2001, è autore dei seguenti volumi: La devianza minorile: il caso Puglia 1976-86. Economia, Sociologia, Diritto (Bari 1988); Felicità e cittadinanza nella teoria politica di Aristotele (Manduria 1993); Dal riscatto feudale al riconoscimento di Alberobello come patrimonio dell’umanità (Alberobello 2000); Filosofia e Stato (Lecce 2005); I tre Poteri (Bari 2008); Donne, Giacobini e sanfedisti nella rivoluzione napoletana (Bari 2011); Storia del Regno di Napoli. Un confronto con Benedetto Croce (Lecce 2012); Il Mezzogiorno nel Settecento tra riforme e rivoluzione (Bari 2013); Ferite aperte (Lecce 2014), La “redenzione” dell’Italia. Il grande sogno di Machiavelli (Bari 2014), Spagna e Mezzogiorno (Secoli XVI e XVII) (Lecce 2016), Risorgimento tradito. Storia e interpretazioni (Lecce 2017) e Longobardi Bizantini Normanni nel Mezzogiorno (Secoli VII - XIII) (Lecce 2021).